Perché soffriamo per amore

PERCHÉ   SOFFRIAMO  PER  AMORE

Amore, salute e lavoro. Su questi 3 elementi si gioca la nostra felicità. L’ amore  è quella magica sfera della vita che quando va male permea di negatività tutti gli altri ambiti. Iniziamo con questo workshop a riflettere insieme su alcune chiavi che possono aprire le porte ad una relazione vissuta felicemente.

A chi si rivolge

A tutte quelle donne che vivono una relazione che non sta funzionando come vorrebbero, per quelle donne che stanno soffrendo perché la loro storia importante si é chiusa, per quelle donne che si ritrovano a pensare che tutti gli uomini sbagliati capitano sempre a loro, per tutte quelle “donne che amano troppo”, come Robin Norwood chiama le donne che vivono una dipendenza affettiva.

Argomenti trattati
Quando l’amore fa soffrire?
Come viviamo l’ amore di coppia?
Come impostare una relazione sana e nutriente?
Come scegliamo i nostri partner?
Quando si ama di un amore dipendente?
Come possiamo superare il dolore per un amore che finisce?
Cosa è in nostro potere trasformare o migliorare nel rapporto di coppia?

Quando

domenica  22 ottobre 9.30-12.30; 14-17

Costo 80 euro

Con

Giusi Ferrario

Per iscrizioni e maggiori informazioni: info@lastradadioz.it

La giornata si svolgerà con l’adesione di minimo 10 persone. Prenotazioni entro il 15 ottobre.

Se ti iscrivi a questa giornata, puoi partecipare gratuitamente anche alla serata di introduzione alla metamedicina.


Giusy Ferrario - la comunicazione nella coppia - corso presso lastradadioz.itGiusi Ferrario

Psicopedagogista, lifecoach, consulente di metamedicina, Giusi Ferrario si occupa di percorsi di crescita personale.
Ha lavorato per 10 anni in un centro di recupero per adolescenti. Poi dopo essersi dedicata per qualche anno interamente ai suoi figli, ha scelto di fare un Master in Coaching appassionandosi al life-coaching su temi femminili e relativi alla relazione di coppia.
Scoperta la Metamedicina per superare una difficile crisi personale ha seguito tutto il percorso di formazione che l’ ha portata ad essere oggi persona in relazione d’ aiuto in metamedicina.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *